Leggi fiscali per una casa per le vacanze utilizzata come complesso ricettivo aziendale

Se la tua azienda possiede una casa per le vacanze che utilizza come alloggio per affari, è una risorsa come un'altra. Per l'Internal Revenue Service, una casa per le vacanze è solo un'altra proprietà purché sia ​​utilizzata per scopi di alloggio di lavoro. In quanto tale, la tua azienda ha l'opportunità di ammortizzare molte delle spese sostenute per l'utilizzo e la proprietà della proprietà.

Spese

In generale, l'IRS consente alla tua azienda di ammortizzare le spese legate al possesso e all'utilizzo della casa per l'alloggio d'affari. Queste spese sono molto più ampie di quelle che chiederesti per una residenza personale. Ad esempio, la tua azienda può detrarre le spese per le utenze, le tasse sulla proprietà, i costi di manutenzione e gestione e la polizza assicurativa della proprietà. Può anche detrarre tutti gli interessi che paga su un mutuo contratto contro la proprietà.

Ammortamento

L'ammortamento di una casa per le vacanze utilizzata per affari può essere complicato. Gli immobili residenziali hanno in genere una vita di 27,5 anni, mentre gli immobili commerciali hanno una vita di 39 anni. Tuttavia, poiché la proprietà viene utilizzata come complesso ricettivo, l'IRS può richiedere che venga ammortizzata come proprietà commerciale se viene utilizzata su base "transitoria". Il CPA della tua azienda può aiutarti a classificare la proprietà in modo appropriato al tuo uso particolare. Comunque scegli di deprezzarlo, puoi dividere il valore della casa - ma non la terra non ammortizzabile sotto di essa - per la sua vita e richiedere tale importo come detrazione annuale fino a quando il suo valore non viene azzerato . Tuttavia, potrebbe essere necessario modificare il valore nel primo e nell'ultimo anno di proprietà per adeguarlo alla proprietà di un anno parziale.

Spese in conto capitale

Anche se ti è consentito detrarre le riparazioni come spesa, le spese in conto capitale che fai per la proprietà dovranno essere ammortizzate durante la stessa vita che assegni alla casa per le vacanze. Sebbene l'IRS abbia aggiornato le regole per la classificazione delle spese di riparazione per l'anno fiscale 2014 e oltre, le regole hanno ancora una zona grigia tra ciò che è una spesa di riparazione deducibile rispetto a ciò che è una spesa in conto capitale ammortizzabile. Una buona regola pratica è che se fai un lavoro che migliora la proprietà, ne cambia l'uso o ne ripristina in modo significativo le condizioni, si tratta di una spesa in conto capitale che deve essere ammortizzata.

Vendita

Quando la tua azienda vende la proprietà di una casa per le vacanze con un profitto, la vendita sarà soggetta a tassazione sulle plusvalenze. L'aliquota fiscale dipende dal fatto che la tua azienda sia una società, nel qual caso pagherà l'imposta sulle plusvalenze alla sua normale aliquota dell'imposta sul reddito, o un'entità di passaggio, nel qual caso l'imposta sarà dovuta all'aliquota della parte che paga le tasse. Se vende per un valore superiore al valore ammortizzato, anche l'ammortamento verrà ripreso. Per un'entità che passa attraverso il reddito a un individuo, la riconquista viene tassata all'aliquota della Sezione 1250 del 25%. Le società sono soggette a un trattamento speciale della loro riconquista ai sensi dell'articolo 291 del codice fiscale.