Regolamento degli azionisti di minoranza Minor

Gli azionisti di minoranza sono investitori che detengono meno del 50% delle azioni con diritto di voto di una società. Poiché la proprietà azionaria determina il potere di voto in una società, i desideri degli azionisti di minoranza possono spesso essere messi a tacere. Per evitare che ciò accada, sono state stabilite regole per consentire agli azionisti di minoranza di esprimere opinioni sulle decisioni aziendali.

Accordo di principio

Un patto parasociale è un contratto tra gli azionisti e la società che delinea i diritti degli azionisti e le responsabilità dei dirigenti e degli amministratori della società. Di solito contiene anche un linguaggio che descrive i diritti degli azionisti di maggioranza e di minoranza. I diritti degli azionisti di minoranza possono includere quelli associati all'emissione di nuove azioni, alla vendita e alla distribuzione di azioni esistenti e all'approvazione di nuovi azionisti.

Diritti di voto

Ogni azionista ha il diritto fondamentale di voto sulle decisioni della società, con un'azione di solito pari a un voto. L'applicazione principale di tale diritto consiste nell'eleggere i funzionari e i direttori che gestiscono le operazioni quotidiane. Gli azionisti possono anche votare sulle fusioni e acquisizioni della società e sulla vendita di beni aziendali. Gli azionisti di minoranza che ritengono che gli azionisti di maggioranza stiano prendendo decisioni dannose per la società possono richiedere che la società riacquisti le proprie azioni al valore di mercato.

Bilancio d'esercizio

Gli azionisti di minoranza hanno anche il diritto di rivedere il bilancio della società. Mentre le società quotate in borsa devono presentare i loro rendiconti finanziari alla Securities and Exchange Commission, le società private non sono soggette a tale obbligo. Gli azionisti di minoranza nelle società private devono presentare una richiesta scritta per visualizzare i conti economici, i bilanci, i prospetti del patrimonio netto della società e altri documenti finanziari pertinenti. Possono quindi rivedere i documenti per determinare se l'azienda è ancora un investimento utile.

Diritti legali

Se gli azionisti di minoranza ritengono che gli azionisti di maggioranza e gli amministratori della società non agiscano nel migliore interesse degli azionisti, possono citare in giudizio la società per violazione del patto parasociale. I motivi di tale causa possono includere negligenza, attività illecite e limitazione dei diritti degli azionisti di minoranza. Gli azionisti di minoranza possono scegliere di citare in giudizio l'azienda come individui o unirsi in una causa legale collettiva.