Gli utili e le perdite devono essere riconosciuti prima di apparire in un conto economico?

I contabili registrano guadagni e perdite come parte delle transazioni di vendita o di mercato. Gli investitori devono essere in grado di vedere il valore delle attività di un'azienda. Ciò è possibile solo quando le informazioni sui guadagni e le perdite sono rese disponibili nel bilancio di una società.

Guadagni e perdite realizzati

Un utile o una perdita realizzati si verifica quando una società vende attività per un valore superiore o inferiore al suo valore contabile. Il valore contabile è il prezzo di acquisto del bene meno il suo ammortamento accumulato.

Smaltimento dei beni

Quando un'azienda dispone di un bene, registra le voci per mostrare la ricevuta di contanti. Un contabile registra quindi le voci di compensazione per azzerare il saldo del valore di bilancio del cespite e il relativo ammortamento. Infine, il contabile registra un guadagno o una perdita sulla vendita dell'attività, a seconda che la società abbia ricevuto più o meno del valore contabile netto - valore contabile meno l'ammortamento accumulato - nella vendita dell'attività. Questo guadagno o perdita appare nel conto economico della società.

Guadagni e perdite non realizzati

Gli utili o le perdite non realizzati si riferiscono a beni aziendali con valori che variano a seconda dell'attività di mercato. Ad esempio, una società potrebbe investire in azioni di altre società o avere un'esposizione ai tassi di cambio di valuta estera facendo affari con altri paesi. Il valore dell'inventario può anche variare in base a cambiamenti di mercato o economici.

Considerazioni

I principi contabili generalmente accettati richiedono alle aziende di adeguare i propri bilanci per riflettere il valore equo di mercato di utili e perdite non realizzati. Ciò aiuta gli investitori a comprendere meglio il valore complessivo delle attività dell'azienda. Anche se una società mantiene la proprietà di queste attività, deve periodicamente valutarne il valore di mercato e registrare la differenza tra mercato e costo come utile o perdita non realizzata. Un contabile registra entrambe queste voci nel conto economico in un conto intitolato "altro reddito complessivo".