Quali sono le spese fisse quando si gestisce una cucina per catering?

Le cucine per catering hanno diversi tipi di spese che sono fisse e devono essere pagate ogni mese in cui l'attività opera. Anche se la tua azienda non riceve nuovi ordini, sei comunque operativo quando sei disposto ad accettare nuovi lavori. Le spese sostenute per rendere disponibili i propri servizi sono fisse. Le spese variabili, come i prodotti alimentari e la manodopera non vengono pagate quando non si hanno ordini da evadere; questo è il concetto che separa le categorie di spesa fissa e variabile.

Affitto e utenze

L'importo che paghi per l'affitto della cucina è una spesa fissa e non varia di mese in mese, indipendentemente dalle entrate mensili che guadagni dalle attività di ristorazione. Anche le utenze, come luce, acqua, gas e rifiuti sono considerate spese fisse. Sebbene l'importo che paghi ogni mese per le utenze possa variare leggermente, i costi delle utenze sono spese regolari necessarie per la tua attività di ristorazione e non possono essere facilmente adattate per supportare flussi di reddito variabili.

Acquisti di attrezzature

Se acquisti attrezzature per la ristorazione o veicoli per le consegne a credito, l'importo che paghi ogni mese per il saldo è una spesa fissa. Il pagamento del capitale e degli interessi sulla banconota deve essere effettuato ogni mese, anche se non si hanno nuovi contratti di ristorazione o non si generano nuove entrate durante il mese.

Assicurazione

Qualsiasi assicurazione che la tua azienda porta con sé è una spesa fissa che devi pagare mensilmente. Esempi di assicurazione aziendale generale includono l'assicurazione di responsabilità civile, l'assicurazione di risarcimento del lavoratore e l'assicurazione di responsabilità per gli alcolici. Ulteriori tipi di assicurazione includono l'assicurazione auto commerciale per i veicoli di consegna e l'assicurazione sanitaria sponsorizzata dal datore di lavoro o l'assicurazione contro gli incidenti per i dipendenti.

Pubblicità

I prodotti pubblicitari, come brochure, menu, biglietti da visita e volantini, sono tutti componenti del programma di marketing di una cucina per catering. Le aziende di catering devono considerare i costi pubblicitari come parte di un budget di spesa fisso, poiché ogni mese vengono sostenuti costi pubblicitari. I costi specifici per la pubblicità sono controllabili, ma l'eliminazione di questa spesa dal budget mensile non è facoltativa.