10 qualità di un buon manager in un'organizzazione senza scopo di lucro

Le tre principali sfide che le organizzazioni non profit devono affrontare sono la raccolta di fondi per realizzare la missione, la valutazione del successo e il marketing a prezzi accessibili, secondo uno studio GuideStar del 2005 sulle sfide delle organizzazioni non profit. Queste grandi sfide ricadono sulle spalle del manager in carica, richiedendogli quindi di possedere determinate qualità di gestione per condurre l'organizzazione al successo.

Visione

Un manager di un'organizzazione senza scopo di lucro efficace deve avere una visione chiara di ciò che l'organizzazione potrebbe essere. Ciò richiede la definizione di obiettivi e la trasmissione di tali obiettivi al personale mentre si guarda oggettivamente al futuro dell'organizzazione.

Comunicazione

Un buon manager deve comunicare in modo efficace con il suo staff attraverso frequenti riunioni di lavoro, e-mail, sessioni di definizione degli obiettivi e promemoria. Uno staff che è in sintonia con il suo manager produrrà risultati.

Diplomazia

Un manager senza scopo di lucro deve quasi sempre trattare con un consiglio di amministrazione, un compito che richiede un approccio diplomatico. Deve imparare a giocare secondo le regole del consiglio di amministrazione e comunicare correttamente con esso mantenendo la sua visione dell'organizzazione.

Risoluzione del conflitto

Sebbene non sia principalmente dovere del manager risolvere i conflitti sul posto di lavoro, spesso deve prendere l'iniziativa per andare a fondo di determinate questioni. Un buon manager sa come risolvere i problemi tra i dipendenti facendo domande, facilitando le discussioni e trovando una soluzione pacifica.

raccolta fondi

La posizione di un manager con il consiglio di amministrazione dipende dal successo dell'organizzazione non profit e il successo dell'organizzazione non profit dipende da quanti soldi vengono portati. Tutti i manager non profit devono fare qualche forma di raccolta fondi durante la loro carriera, richiedendo capacità di parlare in pubblico, negoziazione e persuasione.

Etichetta

Come tutti i manager aziendali, i manager senza scopo di lucro devono avere ed eseguire un'etichetta adeguata durante riunioni, pranzi e sessioni di raccolta fondi. Ciò include elementi, tra cui ascoltare prima di parlare, parafrasare un commento a qualcuno per evitare confusione, tenere sempre nascosto il cellulare (a meno che non lo usi) e mostrare le buone maniere durante i pasti.

Onestà

Alcune organizzazioni non profit vedono passare molti soldi a chiunque trae vantaggio dall'organizzazione. I manager vedono o hanno accesso a questi soldi - spesso grandi quantità - e devono essere onesti, assicurandosi che i soldi arrivino dove devono andare.

Assertività

Un manager senza scopo di lucro, nonostante abbia bisogno di accontentare più persone rispetto al tuo manager aziendale medio, deve sapere quando essere assertivo e prendere una decisione difficile. Gran parte del controllo che un manager deve affrontare proviene da un lontano consiglio di amministrazione o da benefattori a mani libere, quindi l'unica persona che sa veramente cosa deve essere fatto è spesso il manager.

avvicinabilità

Se il personale di un'organizzazione non profit non si sente a suo agio ad avvicinarsi al suo manager, il manager non sta facendo il suo lavoro. I manager spesso mantengono una politica della porta aperta in modo che i dipendenti possano avvicinarsi a loro con domande, dubbi e idee in qualsiasi momento della giornata. L'accessibilità apre le linee di comunicazione e si traduce in produttività.

Buon personale

Una delle qualità più importanti di un buon manager è un buon personale. I dipendenti sono ciò che fa avanzare l'organizzazione, raggiungendo gli obiettivi e migliorando costantemente. Un buon manager mantiene una buona compagnia.